Sito dell'Artista Vincenzo Di Fiore

Critica della dott.ssa Valeria Fatato

    “ SURREALISMO VISIONARIO “

(PRESENTAZIONE ALLA MOSTRA DEL 02/11/2015  

SALA DEGLI ALAMBICCHI PRESSO L’AURUM DI PESCARA)

“La mostra personale di Vincenzo Di Fiore vuole essere, per l’artista, 

un momento di riflessione per comprendere verso quale approdo è 

giunta la sua produzione.E’ per questa ragione che il percorso 

espositivo si basa su un preciso ordine, sia cronologico che concettuale.

Per capire l’arte prorompente e dettagliata di Di Fiore si deve 

necessariamente partire dai disegni e dai bozzetti preparatori: 

schizzi realizzati inconsciamente, come se la sua mano tracciasse

 linee di un automatismo figurativo ma, nonostante siano abbozzi di 

figurazione, mostrano attente a cura e rigore formale. il secondo tassello  

della produzione dell’artista sono le opere a china: minuziosi dettagli di

 una surrealista che esce da una dimensione onirica, scevra di qualsiasi 

inibizione razionale e sfocia nel reale. E’ cosi’ che Vincenzo Di Fiore

 porta in superficie quell’inconscio che, altrimenti, sarebbe visibile solo 

nei sogni. La mostra porta il titolo di “Surrealismo visionario”, in virtù del 

fatto che il surrealismo e l’automatismo psichico sono il punto di arrivo

 della produzione pittorica dell’artista. Un’arte figurativa e non astratta, 

ma di una figurazione non naturalistica anche se con l’adesione al reale 

ha un rapporto molto stretto:avviene,perciò,la trasfigurazione della realtà 

e non la sua negazione. I suoi accostamenti inconsueti si spiegano in

 virtù di un adesione spirituale e concettuale di entità, che per la loro 

natura o per convenienza di esse, sono disgiunte. 

In sostanza,Di Fiore procede con l’associazione libera di idee ricavando 

e imprimendo su tela sensazioni inedite, che generano inattese visioni 

sorprendenti nella loro assurdità. La metamorfosi della figurazione, 

da lui trattata, è una caricatura di una contemporaneità di cui ne stravolge

il senso, trasmettendoci un diverso ordine della realtà”.

  Dott/ssa Valeria Fatato